Archivio mensile:agosto 2016

Richard Ford, google e i misteri svelati

Quest’anno sono partita per le vacanze un po’ affannosamente, perché ho avuto molto da fare fino all’ultimo, il che significa che in pratica non ho portato via quasi niente da leggere. Ma in una piccola libreria di mare, a dire la verità ormai un po’ saccheggiata dai turisti (è la fine di agosto), ho trovato diversi romanzi di Richard Ford, scrittore che non avevo mai letto ma di cui mi aveva parlato con entusiasmo a suo tempo (e cioè una decina di anni fa) la mia collega Adelaide Cioni, che stava traducendo uno dei suoi libri.
Indecisa tra i due più lunghi, che erano Canada e Il giorno dell’Indipendenza, ho scelto quest’ultimo, il secondo di una trilogia (in libreria c’erano anche gli altri, che sono Sportwriter e Lo stato delle cose, ma iniziare da metà non mi sembra una cattiva idea, ti dà una panoramica complessiva e poi puoi sempre decidere, se ti piace, di leggere anche il primo e il terzo). Tra l’altro è il libro, tra quelli di Ford, che ha vinto sia il Pulitzer sia il Pen/Faulkner Award. Continua a leggere